Seleziona una pagina

ovvero Come salvare tutti i dati del Mac

Sei in pensiero per tutti i dati che hai sul Mac o per un lavoro in corso e vuoi cogliere l’occasione per salvare tutto ma proprio tutto ciò che si trova sul tuo Computer ad eccezione dei Programmi? Niente di più semplice, ci vuole più a dirlo che a farlo.

Attenzione, in questa breve guida al momento non affrontiamo la configurazione del “Time Machine” ma solamente una scorciatoia per effettuare l’intero backup dei dati nel modo più rapido possibile per renderli facilmente disponibili e leggibili su altro Mac all’occorrenza. Naturalmente, per prima cosa devi avere una memoria esterna sulla quale copiare i tuoi dati. Che senso avrebbe infatti, copiare dei dati sul computer stesso se questo dovesse essere a rischio di malfunzionamento, furto o smarrimento? Bene, acquista un comune disco esterno USB 3.0 (retro compatibile anche con USB 2.0) da minimo 500 Gb, così lo userai anche per il futuro.

Una volta acquistato, collegalo al Mac, vedrai che un messaggio ti chiederà subito se vuoi usarlo come disco di Backup Time Machine, ti consiglio di saltare questa impostazione al momento e di utilizzare invece Utility Disco che si trova all’interno della cartella “Macintosh HD\Applicazioni\Utility“, apri quindi Utility Disco.

A questo punto sulla tua sinistra troverai un elenco di dischi e partizioni, tra i quali localizzerai sicuramente il nuovo disco esterno che hai da poco collegato. Bene, seleziona il disco e poi recati a destra della finestra, nella TAB “inizializza”, rinomina il disco come vuoi (Es. DISCO ESTERNO) e in basso scegli come formato “Mac OS Esteso Journaled”, fatto questo ti avviso che stai per cancellare i dati all’interno del nuovo disco (non dovrebbero esserci dunque), assicurati di essere sul disco giusto e non altri collegati (in caso scollega eventuali pendrive usb o altri dischi) e conferma l’operazione con il tasto “Inizializza”.

Al termine dell’operazione, il nuovo disco VUOTO comparirà sulla scrivania con il nuovo nome e un formato “Mac”. Ora, devi posizionarti sulla tua cartella “home” (Quella con l’icona della casetta) per fare questo, esci da tutti i programmi e chiudi tutte le finestre, raggiungi il menù in alto alla voce “VAI” e seleziona “Inizio”.

Sei all’interno della tua cartella utente, questa contiene tutti i file di testo, le immagini, la musica, i video, i download, le preferenze, le note, le email, la rubrica e tutto ciò che di più profondo ti riguarda all’interno del computer, persino le password e le configurazioni di posta e alcuni programmi! In particolare, tutti i dati che non sono documenti, ossia parametri, password e impostazioni, si trovano nella cartella “Libreria” che potrebbe essere nascosta come misura cautelativa da parte del Mac.

Per abilitarla, resta nella finestra dove sei adesso e vai sul menù “Vista” poi seleziona l’opzione “Mostra Opzioni Vista” e in basso, nelle caselle di selezione, scegli “Mostra Cartella Libreria”. Come per incanto la cartella apparirà all’interno della cartella utente insieme alle altre.

Ok Enzo, me lo dici come faccio a fare il backup di tutto il Mac? Ma certo.

Vai sul disco esterno nuovo vuoto e crea una nuova cartella con la data di oggi, lascia aperta la cartella nuova ed apri contemporaneamente una nuova finestra seguendo questo percorso “Macintosh HD\Utenti o Users” a questo punto vedrai la tua “casetta” con il tuo nome utente, bene, clicca per selezionarla e trascinala direttamente nella nuova cartella del disco esterno vuoto.

Inizierà la copia dei dati che può impiegarci da poche ore a mezza giornata, a seconda di quanti dati hai nel computer, fatto questo avrai una copia esatta e intera di tutti i tuoi dati ed è comodamente consultabile e recuperabile da un altro Mac.

Due avvertimenti: Se la copia si blocca potresti dover copiare cartella per cartella, le sottocartelle che si trovano nella Libreria, ti consiglio di uscire da tutti i programmi in uso e se dovessi avere problemi non ostante tutto, ti consiglio un software che si occupa di effettuare la copia dei dati senza interrompersi e saltando eventuali avvisi: MuCommander, è gratuito, ha un’interfaccia utente molto intuitiva e funziona grazie a Java.

Share This